Nel freddo e pungente dicembre 1943, sulla Linea d’Inverno,i tedeschi occupavano anche le masse montuose del sistema Maggiore-Camino, gli sbocchi verso la breccia di Mignano, il monte Sammucro e, oltre questa linea, “una massa disordinata di montagne” ampia circa 16 chilometri tra le valli del Rapido e del Volturno, che si estendevano verso nord dal monte Sammucro oltre Venafro, verso la catena principale degli Appennini. Esisteva un solo settore nel quale gli Alleati potevano muoversi in forze: quello oltre la stretta di Mignano, la valle del Liri, che portava direttamente alla capitale. Ma per raggiungerla essi dovevano prima cacciare i tedeschi dal massiccio del Camino che comprendeva i monti Lungo, La Difesa, La Remetanea, il monte Maggiore ed un piccolo paese chiamato SAN PIETRO INFINE.

15590351_10209720039250378_1067251309066566779_n
15590351_10209720039250378_1067251309066566779_n
15542454_10209720038290354_1522203198601165704_n
15542454_10209720038290354_1522203198601165704_n
15541991_10209720038370356_3368263040045395158_n
15541991_10209720038370356_3368263040045395158_n
15541519_10206120062680044_2608202345345315663_n
15541519_10206120062680044_2608202345345315663_n
15541118_10209720039170376_4712072130282942673_n
15541118_10209720039170376_4712072130282942673_n
15492048_10209720038410357_9014582816978218772_n
15492048_10209720038410357_9014582816978218772_n
15443186_10206120065600117_5642445218872527366_o
15443186_10206120065600117_5642445218872527366_o
15442132_10206120066240133_5628727615650939921_n
15442132_10206120066240133_5628727615650939921_n
15355755_10206120061560016_8379152788659376049_n
15355755_10206120061560016_8379152788659376049_n